Foto dell’evento “Presentazione di Friedensturm presso il Centro Sociale di Flaibano (UD), in occasione della commemorazione del centenario della caduta del Sergente Luigi Bevilacqua (1895-1918)”.

Vorrei ringraziare di nuovo l’amministrazione comunale di Flaibano (UD), in modo particolare il Sindaco Luca Picco e l’assessore alla cultura Renato Gubian, per avermi dato la possibilità di partecipare a questa commemorazione. Un sentito ringraziamento va anche alla famiglia del Sergente Luigi Bevilacqua, per il loro gentile omaggio floreale, e al gruppo A.N.A. di Flaibano, per la calorosa accoglienza.

La serata è stata particolarmente interessante, grazie all’intervento del Professor Renato Gubian, che ha illustrato la vita del Sergente Bevilacqua, avvalendosi delle letture ad alta voce di Giulia Buzzolo, e a quello del Professor Alberto Vidon, che ha raccontato la Grande Guerra in Friuli, attraverso una serie di immagini molto suggestive. Infine, il parallelismo tra le vicissitudini di Luigi Bevilacqua (1895-1918) e Guido Marzuttini (1894-1918) ha reso la serata ancora più commovente.

DSC03318

DSC03320

DSC03322

Pubblicità

Gli universi paralleli.

«L’universo in cui noi ci troviamo a vivere in questo momento non è altro che un piccolissimo frammento in cui sono riflesse miliardi e miliardi di esistenze che potevano andare diversamente o imboccare altre strade. […] Ogni volta che qualcuno intraprende una determinata scelta […] si realizza una sorta di diramazione astratta della propria vita che poi si concretizza nella creazione di una vita parallela in un altro universo in cui l’individuo vivrà un’esistenza completamente diversa. Questa avviene per tutte le scelte che ogni giorno ciascuna persona intraprende. Da qui inizi a capire la stretta connessione fra la nostra esistenza e le decisioni che prendiamo. Noi siamo qui, tutt’oggi, a parlare, grazie a determinate scelte che abbiamo intrapreso. Sono le scelte che ci hanno portato qui e che hanno reso la nostra vita diversa da come sarebbe potuta andare.»
Simon Barret {Millennium Tunneling}

Universi_paralleli